LA FIAT TORINO FA LA VOCE GROSSA ANCHE IN EUROPA

cedevita-torino6

La Fiat Torino torna in Europa dopo 30 anni e dimostra di meritare la wild card in 7Days EuroCup con una prestazione di carattere e classe. Al termine è sua la vittoria contro il Cedevita, fissata sullo score di 83-86.
Primo quarto di ottima fattura per la Fiat Torino, chiuso con un +1 (17-18) siglato da una tripla sulla sirena di Valerio Mazzola. Nei secondi 10 minuti domina Stipanovic (13 punti a metà gara) e la difesa di Torino patisce. Nell’ultima parte la Fiat si ritrova, grazie a Garrett e rimane in scia (47-39). La Fiat Torino esce dallo stop lungo con un altro volto. Concentrata e determinata ritrova la difesa e la classe delle sue stelle, Garrett ed Mbakwe su tutti. Riduce lo svantaggio e sale anche a + 4 (58-62). Chiude a +1 (61-62). Nell’ultimo quarto Torino gioca da grande e ancora con Garrett, Iannuzzi ed Mbakwe su tutti contiene i padroni di casa e alla fine li supera con vigore.

CRONACA
Fiat Torino in Europa dopo un’assenza di 30 anni e contro il Cedevita Zagabria, presso la Dom Sportova di Zagabria.
La squadra di coach Luca Banchi parte con il quintetto formato da Garrett, Patterson, Washington, Vujacic ed Mbakwe. Il Cedevita risponde con Nichols, Cherry, Stipanovic, Kruslin e Murphy. Il primo possesso è torinese, ma si trasforma in una palla persa. La tripla di Nichols apre i giochi per i croati (3-0). Il primo canestro della Fiat Torino è di Vujacic (3-2). Grande azione di Torino con sigillo di Patterson (3-4). La Fiat difende bene e riparte, conquistando i primi liberi con il suo centro. Mbakwe li realizza e Torino sale a +3 (3-6). Due punti di Stipanovic (5-6). Sono trascorsi quasi tre minuti. Ancora Stipanovic, 30enne centro bosniaco, dopo alcune azioni senza esito (7-6). Una tripla di Vujacic riporta la Fiat sul +2 (7-9). Garrett perde palla, così Nichols. Patterson di classe e Torino torna a colpire (7-11). Mbakwe schiaccia con prepotenza dopo aver conquistato un rimbalzo in attacco(7-13). Musa punisce Torino dalla lunga (10-13). Mbakwe allunga per i gialloblù (10-15). Tre minuti al termine del quarto. Garrett prende il ferro con un tiro in ritmo. Palla persa dal Cedevita e la squadra di coach Banchi riparte. Poeta in campo per Garrett. Stipanovic, canestro e fallo dalla parte opposta (13-15). Iannuzzi e Mazzola sul parquet di Zagabria, per Mbakwe e Washington. Iannuzzi prova la tripla aperta, ma la sbaglia. Nulla da fare anche per il Cedevita. Ferro di Vujacic e canestri di Johnson e di Musa (17-15). La tripla di Mazzola chiude sulla sirena il quarto (17-18). La Fiat Torino è pienamente in partita e dimostra buon atteggiamento.

Il secondo quarto vede la Fiat Torino in campo con Poeta, Patterson, Vujacic, Iannuzzi e Mazzola. Il Cedevita parte con un break di 5-0 (22-18). Mazzola ferma la sequenza con un bel tiro da due (22-20). Ukic colpisce da tre (25-20), ma Iannuzzi riduce (25-22). Johnson sbaglia un tiro dalla lunga distanza e la Fiat Torino riparte con in regia sempre il capitano. In campo anche Okeke per i gialloblù. Mazzola prova un’altra conclusione dalla distanza ma il ferro dice no. Cedevita a segno ancora da tre con Kruslin (28-22), che si ripete poco dopo da due (30-22). Timeout chiesto da Luca Banchi che richiama i suoi ad una miglior difesa. Mancano 6’35” alla fine del primo tempo. Garrett e Jones in campo. Garrett si scuote e centra la tripla del –5 (30-25). Stipanovic non ci sta (32-25). Brutta palla persa da Torino e contropiede di Stipanovic che subisce fallo e va in lunetta per il 2 su 2 del 34-25. Nichols colpisce da tre e Luca Banchi chiama ancora timeout. Cedevita a +12 (37-25). Garrett galleggia in area e riporta Torino a –10 (37-27). Timeout chiesto questa volta dalla formazione di casa. Mancano 3’33” alla fine dei secondi 10 minuti. Kruslin da tre (40-27). Patterson in lunetta per la Fiat Torino. Non sbaglia (40-29). Cherry buca la difesa gialloblù (42-29). Garrett di classe dalla parte opposta (42-31). Fallo su Nichols e liberi per lui, uno solo dei quali a segno (43-31). Patterson da sotto (43-33). Due minuti al termine. Nichols colpisce e Garrett porta a spasso la difesa avversaria replicando da par suo (45-35). Altro timeout chiesto da Zvodc, infastidito dagli ultimi due canestri torinesi.
Stipanovic a segno servito da Cherry, poi Washington (47-37). Palla persa dai croati e possesso Fiat a 31 secondi dalla conclusione del quarto. Nulla di fatto e a 8 secondi dalla sirena la palla è ancora nelle mani torinesi. Conquista fallo Mbakwe e realizza i due tiri liberi (47-39). Si chiudono così o primi 20 minuti. Nove i punti di Garrett, 8 per Patterson ed Mbakwe, 5 di Vujacic per Torino.
Il nuovo via vede Torino in campo con Washington, Vujacic, Patterson, Mbakwe e Garrett. Apre una tripla di Patterson ma il Cedevita, canestro e fallo, rimedia (50-42). Palla persa dai gialloblù e Murphy subisce fallo in attacco, centrando uno dei due liberi a disposizione (51-42). Mbakwe servito da Garrett (51-44). Vujacic affretta la conclusione che finisce sul ferro. Sono trascorsi due minuti. Sbaglia Patterson dopo essersi ben liberato. Patterson in contropiede e Torino torna a –5 (51-46). Stipanovic dalla parte opposta. Mbakwe servito di classe da Garrett (53-48). Nichols non mette la tripla e Washington lancia il primo vero flash della sua partita, con canestro e fallo, supplementare non a segno (53-50). A 5’27” tripla di Vujacic sfortunata che sarebbe stata quella del pareggio. Palla in mano ai padroni di casa, con errore di Musa dalla lunga. Mbakwe fermato fallosamente. Garrett prova il funambolismo e lo sbaglia per pochissimo. Il Cedevita non colpisce e Vujacic ha tre liberi a disposizione. Ne infila 2, per il 53-52 a 4’20”. Cherry dalla parte opposta (55-52). Mbakwe non sbaglia (55-54). Si ripete poco dopo a la Fiat Torino torna in vantaggio (55-56).
Sono 3’23” i minuti da consumare prima della terza sirena. Kruslin non va da tre e Washington conquista due liberi. Fiat Torino a +3 (55-58). Musa trova due punti con la mano mancina per Zagabria (57-58). Mbakwe ai liberi dopo il fallo subito, e non tradisce (57-60). Stephens nella mischia per la Fiat Torino. Musa mette a segno un libero (58-60). La Fiat Torino non ferisce nell’azione successiva e Stipanovic fallisce due liberi. Garrett ammalia la difesa rivale e segna il 58-62. Ukic rimedia con tre punti dalla distanza (61-62). Due errori finali di Iannuzzi e Musa e Torino è ancora in piena corsa.
Ultima sezione di gara, tutta da gustare, anche per i valorosi tifosi gialloblù arrivati fino a Zagabria per seguire la squadra. Patterson rimette in gioco. Con lui Garrett, Iannuzzi (stoppato irregolarmente in apertura), Stephens e Jones. Iannuzzi 1 su 2 dalla lunetta (61-63). Tre falli di squadra commessi da Torino in pochissimo tempo. Cherry in lunetta per il Cedevita. Uno solo nel cesto (62-63). Palla persa da Jones e canestro di Musa (64-63). Altra palla persa da Torino e canestro di Nichols (66-63). Break del Cedevita (5-0). Timeout Fiat Torino. Poeta in campo come secondo play per dare più inventiva al gruppo. Iannuzzi di nuovo ai liberi. Segna il secondo dopo aver fallito il primo (66-64). Ukic trova il rimbalzo in attacco e riporta i suoi a +4 (68-64). Mancano 7’30” al termine. Torino recupera palla con una bella lettura difensiva e colpisce con Iannuzzi (68-66). Ukic in lunetta, per l’1 su 2 del 69-66. Iannuzzi servito da Poeta (69-68). La Fiat Torino raggiunge quota 5 falli. Mancano 5’44”. Washington ben servito sotto canestro (69-70). Due liberi per Cherry, che pareggia (70-70). Poeta colpito involontariamente esce con il volto insanguinato. Garrett tripla d’autore (70-73). Nichols risponde da par suo (72-73). Cherry perde palla dopo un errore di Patterson. Garrett mette a segno un’altra tripla epocale per il 72-76 Fiat Torino. Timeout Cedevita Zagabria. Mancano 3’12”. Murphy rimette in corsa i suoi con un tiro da tre (75-76). Vujacic perde palla, Murphy esagera dalla parte opposta. Iannuzzi canestro e fallo, per tre punti d’oro (75-79). Kruslin costringe Iannuzzi al 4° fallo e prova i liberi, segnandone uno (76-79). E’ ancora Iannuzzi ad andare in lunetta, segnandone uno (76-80). L’avellinese commette il quinto fallo dalla parte opposta e chiude la sua gara con 12 punti a referto. Nichols ne mette due nel cesto (78-80). Patterson dai tre metri (78-82). Poi Cherry, di tabella (80-82). Sono 36 i secondi alla conclusione quando Mbakwe tocca quota 20 con due liberi (80-84). Nichols rimedia (82-84). Giocata di esperienza di Washington che costringe il Cedevita al fallo a 6 secondi dalla conclusione. E’ la volta di Vujacic andare ai liberi a 4 secondi dalla sirena finale. Li segna entrambi e porta Torino ad un passo dalla storica vittoria. Timeout chiesto dal coach del Cedevita per l’ultima azione di attacco. Musa in lunetta, dopo il timeout chiesto da Banchi. Segna il primo e sbaglia volutamente il secondo (83-86). Torino rimette palla in attacco a 2” dalla conclusione. Libera Washington che schiaccia a sirena già spiegata e il canestro non va a referto. E’ una grande vittoria, di tutti, in campo e fuori.

CEDEVITA ZAGREB – FIAT TORINO 83-86
Fiat Torino
Garrett 17, Parente ne, Vujacic 9, Poeta, Stephens, Patterson 15, Washington 8, Okeke, Jones, Mazzola 5, Mbakwe 20, Iannuzzi 12; all. Banchi

Cedevita Zagabria
Ukic 9, Kruslin 12, Johnson 2, Katic ne, Bajo ne, Nichols 17, Slavica, Zganec 2, Musa 11, Cherry 8, Stipanovic 15, Murphy 7; all. Zdovc