ANCHE LA GERMANI BRESCIA SI PIEGA ALLA LEGGE DEL RUFFINI. VINCE LA FIAT TORINO 95-86

patterson vs brescia

Giornata numero 14 del massimo campionato con un altro big match per la Fiat Torino, in un PalaRuffini tutto esaurito e contro una delle capolista, la Germani Brescia. Confronto al vertice e molto importante in chiave Final Eight di Coppa Italia. La Fiat Torino dà spettacolo in ogni zona del campo nei primi 10 minuti, con perfetta gestione della palla, triple dei suoi cecchini e ottima difesa. Lo score conferma con un +16 dei padroni di casa (32-16). La Fiat Torino mantiene le distanze nella seconda frazione e sale anche a +20. Alcune triple ospiti tengono in vita il confronto. Alla chiusura della prima parte la Fiat Torino comanda ancora di 16 (56-40). Nel terzo periodo la Fiat Torino regge l’urto della Germani Brescia che prova a tornare prepotentemente in partita e nel finale si riporta a +13 grazie ad alcune soluzioni di classe, in specie di Vujacic. Suspence nel finale, con la Germani Brescia che si avvicina a -6 ma la Fiat Torino che non lascia campo e canestri e prosegue intensamente il proprio capolavoro. Al termine finalizza Patterson, per il 95-86 di sigillo alla gara. La Fiat Torino, ed è storia, raggiunge le Final Eight di Coppa Italia ed il suo secondo obiettivo stagionale.

CRONACA
Fiat Torino che schiera in avvio Garrett, Okeke, Vujacic, Iannuzzi, Patterson. Germani Brescia risponde con Moss, Luca Vitali, Sacchetti, Michele Vitali e Hunt. Primi due punti proprio di Hunt, dopo un’azione senza esito della Fiat Torino. Okeke prova dalla lunga distanza ma prende il ferro e la Germani riparte, sbagliando a sua volta la conclusione. Altro nulla di fatto per i padroni di casa. Anche Brescia non realizza. Ferro di Vujacic. Ferro di Hunt dalla parte opposta. Tripla di Garrett, servito da dietro le spalle da Vujacic (3-2). Hunt, canestro e supplementare, non a bersaglio (3-4). Patterson da tre, ancora su assist di Vujacic (6-4). Pareggia Sacchetti dalla parte opposta, ma Vujacic mette un’altra tripla (9-6). Sono trascorsi 4 minuti. Fiat Torino spettacolare con una rimessa lunga e servizio di Vujacic a Patterson (11-6). Altro grande assist dello sloveno della Fiat Torino per Okeke che schiaccia per il 13-6 e costringe al primo timeout coach Diana. Da giocare 5’23” nel primo quarto. Rimessa della Germani Brescia, con Moss. Due punti di Michele Vitali e due di Vujacic alla ripresa (15-8). Bella difesa di Okeke e due punti di Iannuzzi dalla parte opposta. Segna anche Sacchetti (17-10). Tripla di Garrett da posizione centrale (20-10). Brescia perde palla che torna nelle mani gialloblù. Iannuzzi dal pitturato (22-10). Palla persa dagli ospiti. Washington in campo per Okeke. Palla persa dai gialloblù e due punti degli ospiti (22-12). Poeta per Garrett a 2’08” dalla prima sirena. Iannuzzi, sontuoso in arresto e tiro (24-12). Luca Vitali in penetrazione (24-14). Tripla di Washington (27-14). Due punti di Landry (27-16). Patterson in penetrazione (29-16). Grande chiusura di Jones, servito al termine di un gran giro palla, per il 32-16.
Nei secondi 10 minuti Torino mette in campo Mazzola, Patterson, Jones, Poeta e Washington. Il primo possesso è ospite ma non genera punti. La tripla è di Mazzola ad aprire i giochi (35-16). Ortner segna per Brescia. Altri due punti di Valerio Mazzola (37-18). Palla recuperata dalla Fiat Torino e fallo subito da Mazzola che va in lunetta per la prima volta nel match (per Torino), con l’1 su 2 del +20 (38-18). Tripla di Landry, quasi allo scadere dei 24 secondi (38-21). Washington sostituito da Okeke dopo un fallo subito. Tripla di Moss (38-24). Altro fallo subito da Mazzola, che torna in lunetta, questa volta per il 2 su 2 del 40-24. Sul cronometro 7’13” ancora da giocare nel quarto. Due punti di Landry (40-26). Washington per Patterson. Fallo di Jones e la palla torna nelle mani bresciane. Coast to coast vincente del capitano gialloblù (42-26). Tripla di Moss, dall’angolo (42-29). Mazzola da sotto (44-29). Errore della Germani e Washington riparte subendo fallo in attacco, per l’esercizio dalla lunetta successivo. Vujacic per Jones. Fiat Torino a +17 dopo i liberi del suo numero 17 (46-29). Garrett torna sul parquet sostituendo Poeta. Rimessa e canestro per la Germani, con Moore (46-31). Palla persa dalla Fiat Torino che chiede timeout a 4’13” dalla chiusura del primo tempo. Brescia in avanti con un extrapossesso senza esito. Rimbalzo difensivo di Okeke e due punti di Vujacic.Tripla sbagliata dalla Germani, anche Torino non coglie il bersaglio dalla parte opposta. Iannuzzi per Mazzola. Patterson per Washington. Sacchetti in lunetta sul 48-31 e 2’45” da giocare. Il figlio di Meo non realizza. Torino riparte ma commette fallo in attacco con Iannuzzi. Michele Vitali in lunetta, Brescia risale a -15 (48-33). Tripla dall’angolo di Patterson (51-33). Hunt da sotto (51-35). Vujacic in lunetta, senza errori (53-35). Fallo fischiato ad Okeke in difesa e Hunt ai liberi, con l’1 su 2 del 53-36. Fallo questa volta in favore dei gialloblù che mandano in lunetta Garrett a 38 secondi dalla conclusione. Poeta per Vujacic. Garrett fa 1 su 2 (54-36). Hunt non sbaglia da sotto canestro (54-38). Patterson ai liberi e Jones per Poeta. Lamar è perfetto e porta la Fiat Torino a +18 (56-38). Timeout Brescia a 13 secondi dalla fine dei primi 20 minuti. Canestro e supplementare di Landry. Timeout chiesto da coach Banchi. Il supplementare non va e la prima parte di match termina 56-40 per Torino. Patterson (12) e Mazzola (10) in doppia cifra per la Fiat Torino.
Il secondo tempo vede la Fiat Torino uscire dai blocchi con in campo Patterson, Garrett, Okeke, Vujacic e Iannuzzi. I primi due punti sono suoi (58-40). Fallo dell’avellinese gialloblù su Michele Vitali che realizza dalla lunetta. Fallo conquistato da Garrett quasi allo scadere dei 24 secondi. Gancio sul ferro di Okeke e due punti di Landry (58-44). Rimessa in attacco per la Fiat Torino. Patterson da sotto (60-44). Palla riconquistata dai padroni di casa e contropiede che porta Okeke in lunetta. Per lui 1 su 2 (61-44). Errore di Brescia e ferro sul tiro da tre di Okeke, in ripartenza. Due punti di Moss (61-46). Altro canestro non trovato dai padroni di casa e penetrazione vincente di Luca Vitali (61-48). Timeout Fiat Torino a 6’30” dalla conclusione del terzo quarto. Washington per Okeke. Fallo di Moss, il terzo di squadra. Torino riparte e non trova due triple, prima con Vujacic, poi con Garrett. Tripla di Landry (61-51). Due punti di Hunt , mentre la Fiat Torino rifiata e trova una tripla fondamentale con Garrett (64-53). Poi recupera palla e centra il cesto da due con Iannuzzi (66-53). Timeout chiesto da coach Diana. Mancano 3’46” alla fine del quarto. Tripla di Moss sulla sirena dei 24 secondi (66-56). La Fiat Torino perde palla in attacco. Brescia non capitalizza il possesso e Washington va in lunetta trovando il 2 su 2 (68-56). Tripla sul ferro di Moss e due punti di Vujacic in arresto e tiro (70-56). Due punti di Moss (70-58). Mancano 1’41” alla conclusione della terza fase di gara. Patterson dalla lunga, senza esito. Così la Germani nell’azione seguente. La Fiat Torino perde l’occasione di allungare il divario ed è Moore ad andare in lunetta, con Garrett che lascia il posto a Poeta a 41 secondi dalla terza sirena. Per Moore 1 su 2 (70-59). Palla persa da Mazzola e altri due punti ospiti che tornano sotto la doppia cifra di disavanzo (70-61). Tripla spettacolare di Vujacic, con supplementare a disposizione per quattro punti d’oro (74-61). Moore ancora in lunetta a 7 secondi dal terzo stop (74-63). Fallo sulla sirena conquistato da Washington, per tre liberi da capitalizzare. Per lui 2 su 3 e score sul 76-63 in favore della Fiat Torino.
Rush finale. Torino lo affronta con in quintetto Mazzola, Washington, Poeta, Vujacic e Patterson. Il primo attacco è bresciano, con rimessa nelle mani di Sacchetti. Rimessa ancora di Moss e due liberi segnati da Michele Vitali (76-65). Reverse fallito da Mazzola e ferro dalla parte opposta. Tripla senza esito di Vujacic, che poi commette fallo in difesa e lascia il posto a Jones. Canestro e fallo di Moore, con supplementare non a bersaglio. Brescia a -9 (76-67). Due punti preziosi di Patterson (78-67). Difesa arcigna su Hunt e la palla torna gialloblù. Attacco non brillantissimo della Fiat Torino, graziata in ripartenza da Brescia. Washington di forza, che recupera palla dopo averla persa. Okeke per Washington. Rimessa della Fiat Torino. Tripla sul ferro di Poeta e due punti di Landry. Poi di Poeta (80-69). Mancano 6 minuti. Grande penetrazione di Patterson (82-69). Timeout chiesto da coach Diana a 5’44” dal termine. Garrett in campo per Patterson. Sacchetti a segno (82-71). Garrett perde palla. Moss va in lunetta per due liberi a 4’34” dall’ultimo e decisivo sibilo (82-72). Errore di Mazzola dalla lunga distanza. Sacchetti in lunetta. Patterson e Iannuzzi in campo per Jones e Mazzola. Sacchetti fa 1 su 2 (82-73) e Patterson conquista il rimbalzo. Passi in attacco di Iannuzzi. Tripla di Moore e tripla di Okeke (85-76). Tre punti anche di Moss, dall’angolo. Risponde Garrett con la stessa moneta. Altri tre punti di Moss, sempre dall’angolo (88-82). Patterson, canestro di grande spessore tecnico e fallo subito. Il supplementare non va a bersaglio. Moss colpisce da sotto (90-84). Mancano 52 secondi e Torino riconquista palla dopo il ferro colpito da Moore dalla lunga distanza. Sono 45 i secondi ancora da giocare. Iannuzzi in lunetta quando ne sono trascorsi 10. Segna i due liberi a disposizione (92-84). Moore da sotto non sbaglia (92-86). Timeout chiesto dalla Fiat Torino. Sul cronometro 22 secondi. Trascorrono altri sei secondi e Garrett va ai liberi, centrandone uno. Chiude Patterson dopo un ottimo recupero palla di Washington, per il 95-86 finale. Torino conquista le Final Eight di Coppa Italia e sale a 18 punti in classifica.

FIAT TORINO – GERMANI BRESCIA 95-86
Torino
Garrett 14, Parente ne, Vujacic 15, Poeta 4, Stephens ne, Patterson 22, Washington 9, Okeke 6, Jones 3, Mazzola 10, Iannuzzi 12; all. Banchi
Brescia
Moore 12, Hunt 11, Luca Vitali 2, Landry 16, Ortner 4, Veronesi ne, Traini ne, Michele Vitali 10, Moss 22, Sacchetti 7, Bushati 2, all. Diana